corso fotogiornalismo Capas

Corso di Fotogiornalismo con Edoardo Fornaciari

Corso di Fotogiornalismo con Edoardo Fornaciari

23 Ottobre 2019


corso fotogiornalismo Capas

In considerazione delle numerose richieste e del successo delle due edizioni precedenti, il CAPAS – Centro per le attività e le professioni delle arti e dello spettacolo organizza un ulteriore workshop di16 ore sulla tecnica e l’estetica della fotografia, con un focus specifico sulla fotografia di reportage.

Il workshop è a cura di Edoardo Fornaciari, uno dei maggiori fotografi e fotogiornalisti italiani, e servirà anche a selezionare studenti volontari che potranno essere inseriti nel team di comunicazione delle manifestazioni di Parma Capitale della cultura 2020

Gli incontri si terrannodalle 16 alle 18, presso la sede del CAPAS,Vicolo Grossardi4, primo piano, col seguente calendario:

 

Lunedì 4 novembre

Mercoledì 6 novembre

Lunedì 11 novembre

Mercoledì 13 novembre

Lunedì 18 novembre

Mercoledì 20 novembre

Lunedì 25 novembre

Mercoledì 27 novembre

 

Max 25 iscritti.

Per iscriversi è necessario inviare una mail entro e non oltre le ore 13 del 30 OTTOBRE 2019a capas@unipr.it, con oggetto “Candidatura WORKSHOP FOTOGIORNALISMO” indicando nome, cognome, matricola, corso di laurea e recapito telefonico, unitamente a una breve lettera motivazionale.

La frequenza assidua al seminario darà diritto a 1CFU, secondo il Regolamento per l’attribuzione dei crediti liberi di partecipazione.

Edoardo Fornaciari: classe 1952, attivo fin dagli anni Settanta, è un fotografo e fotogiornalista molto noto a livello internazionale. Ha collaborato e collabora con l’Agenzia Gamma e con i principali giornali e riviste del mondo, da Stern a Figaro Magazine, da Time a Der Spiegel, da L’Europeo al New York Times, da Il Mondo a L’Espresso, da Panorama a Paris Match, realizzando spesso anche le foto di copertina. Ha lavorato e lavora anche come ritrattista e come fotografo di moda, d’arte e di viaggi.


Erasmus UniPr

Bandi Suppletivi Erasmus+ SMS e OVERWORLD

Pubblicati i bandi Suppletivi Erasmus+ SMS e OVERWORLD “OVERSEAS STUDENT EXCHANGE”

30 Luglio 2019


Sono stati pubblicati i bandi suppletivi per i Programmi ERASMUS+ SMS e OVERWORLD “OVERSEAS STUDENT EXCHANGE” per la frequenza del secondo semestre del corrente anno accademico presso una sede partner europea o internazionale.

Tutte le attività di mobilità dovranno avere luogo nel periodo compreso tra il 1° GENNAIO 2020 e il 30 SETTEMBRE 2020.

Gli studenti interessati troverannoi Bandi, le Guide e tutte le informazioni necessarie per poter partecipare alla selezione nella sezione Internazionalizzazione del portale di Ateneo ai seguenti link:

La valutazione delle domande è operata dalle Commissioni Internazionali dei singoli Dipartimenti di Ateneo per il Programma Erasmus+ e da una Commissione Giudicatrice unica per il Programma Overworld.

Modalità di partecipazione:

Entrambi i bandi di mobilità hanno le medesime modalità di partecipazione e lo stesso calendario di scadenze. In particolare, la domanda di candidatura (una per ciascun bando) sarà disponibile online dalle ore 9:00 del giorno 21 Agosto 2019tramite accesso al proprio profilo personale ESSE3e dovrà essere:

  1. debitamente compilata e corredata degli allegati entro e non oltre le ore 23.00 del giorno 12 SETTEMBRE 2019;
  2. stampata, sottoscritta in originale e consegnata unitamente agli allegati richiesti da ciascun bando all’Ufficio Protocollo di Ateneo (Sede Centrale, via Università 12) entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 13 SETTEMBRE 2019.

I candidati dovranno sostenere il Language Placement Testprogrammato per il giorno 10 SETTEMBRE 2019, dalle ore 14.30 alle ore 18.30 (iscrizione obbligatoria dal 21 AGOSTO 2019) o rientrare in una delle categorie di esonero previste. Le informazioni in merito all’iscrizione al Language Placement Test e sulle categorie di esonero sono disponibili alla pagina http://www.unipr.it/LPT

Ulteriori informazioni possono essere richieste alla U.O. Internazionalizzazione di Ateneo, recandosi presso la Erasmus and International Home – P.le San Francesco, 3 oppure inviando una mail a erasmus@unipr.it.


Erasmus UniPr

Il Bando Erasmus Plus SMT

Il Bando Erasmus Plus SMT

20 Maggio 2019


E’ stato pubblicato il Bando per la partecipazione al Programma ERASMUS PLUS SMT – Mobilità individuale ai fini di Tirocinio – A.A. 2019-2020.

Il bando Erasmus Plus SMT permette di accedere ai finanziamenti per effettuare un periodo di tirocinio da due a dodici mesi presso un’impresa, centro di ricerca o di formazione (escluse istituzioni europee e organizzazioni che gestiscono programmi europei) presenti in uno dei Paesi europei Partecipanti al Programma. La struttura ospitante può essere reperita autonomamente dallo studente, con il supporto della U.O. Internazionalizzazione o di un Docente del proprio Dipartimento.
Possono presentare domanda di candidatura gli iscritti ad uno dei corsi di studio di I, II e III livello presenti nell’offerta formativa dell’Ateneo di Parma), compresi i corsi interateneo, a condizione che – in questo caso – la sede amministrativa sia l’Università degli Studi di Parma.
Gli studenti interessati potranno trovare tutte le informazioni utili per poter partecipare alla selezione, compresi il testo del bando, la guida, la documentazione da presentare ed i relativi allegati, sul portale di Ateneo alla pagina web: https://www.unipr.it/erasmusplus_smt_out_2019_2020

Il Bando E+ SMT 2019/2020 prevede tre distinte scadenze per la presentazione della candidatura online, e relativi termini per il perfezionamento della domanda

La domanda di candidatura, compilata e corredata dei necessari allegati, dovrà essere compilata, collegandosi al proprio profilo personale ESSE3, ENTRO LE ORE 23.00 DEL GIORNO:

  • 30 MAGGIO 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
  • 5 SETTEMBRE 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
  • 5 DICEMBRE 2019 (per candidati di LISTA A e LISTA B, questi ultimi non in possesso di una lettera di accettazione da parte di un’azienda ospitante).

La domanda dovrà essere stampata, sottoscritta e presentata, completa di tutti gli allegati, all’Ufficio Protocollo di Ateneo (Sede Centrale, via Università 12 – 43121 Parma) ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL GIORNO:

  • 31 MAGGIO 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
  • 6 SETTEMBRE 2019 (solo per candidati di LISTA A, cioè già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’azienda ospitante);
  • 6 DICEMBRE 2019 (per candidati di LISTA A e LISTA B, questi ultimi non in possesso di una lettera di accettazione da parte di un’azienda ospitante).

Nel caso di domande inviate a mezzo posta, NON fa fede il timbro postale di spedizione. È ammesso anche l’invio a mezzo PEC (da indirizzo personale certificato del candidato) all’indirizzo protocollo@pec.unipr.it.

Lo studente che non sia già in possesso di una lettera di accettazione da parte dell’Azienda/Ente ospitante dovrà dimostrare la conoscenza di una lingua veicolare (Francese, Inglese, Portoghese, Spagnolo e Tedesco), pari o superiore al livello B2 del Common European Framework of Reference (CEFR).

È prevista una sessione informativa relativa al bando in data martedì 14 maggio 2019 dalle ore 12:30 alle 14:30 presso l’Aula A del Plesso San Francesco (p.le San Francesco, 3 – 43121 Parma).

Ulteriori informazioni possono essere richieste alla U.O. Internazionalizzazione di Ateneo, recandosi presso la Erasmus and International Home – P.le San Francesco, 3 oppure inviando una mail a erasmus@unipr.it.


Nouvelle Flâneries, Parma inaugura la mostra diffusa dell'artista Ettore Favini per una nuova mappatura della città emiliana

Nouvelles Flâneries | Sabato 19 maggio 2018 a Parma inaugura la mostra diffusa dell'artista Ettore Favini per una nuova mappatura della città emiliana

19 maggio 2018


L’Associazione Culturale Others presenta Nouvelles Flâneries, un progetto pubblico di Ettore Favini, curato da Valentina Rossi e realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariparma e Comune di Parma in dieci luoghi del centro storico della città emiliana. L’inaugurazione avrà luogo sabato 19 maggio 2018 alle ore 16 presso la sede CAPAS di vicolo Grossardi 4 a Parma, da cui si partirà per il tour insieme all’artista.

L’opera dell’artista si inserisce spesso nel tessuto urbano e nel vissuto cittadino con il quale entra in contatto, dando vita a narrazioni collettive e includendo nel suo processo artistico gli abitanti del luogo: per il progetto Nouvelles Flâneries, dopo una prima fase di ricerca attraverso i documenti conservati presso l’Archivio di Stato e la Biblioteca Palatina di Parma, l’artista ha ideato una serie d’ iscrizioni su lastre di scagliola carpigiana, che saranno installate permanentemente sulle facciate di dieci palazzi storici del centro, ognuna delle quali riporta una descrizione, un’impressione o un ricordo minimo della città ad opera di un viaggiatore.

La ricerca si è focalizzata, infatti, sull’idea del flâneur, termine usato dal poeta Charles Baudelaire per indicare il gentiluomo che vaga per le vie cittadine, un “botanico da marciapiede” che prova emozioni nuove nell’osservare e vivere il paesaggio urbano. Ettore Favini ha selezionato alcune citazioni di Leonardo Da Vinci, Carlo Goldoni, Antonio Fogazzaro, Mario Luzi, Germaine Beaumont, Curzio Malaparte, Pier Paolo Pasolini, Giovanni Guareschi, Thomas Gray e Marcel Proust, i quali prima di lui hanno visitato Parma, in un viaggio reale o immaginario, e ne hanno lasciato una traccia scritta: questi racconti “minimi” permetteranno al visitatore di scoprire la città attraverso percorsi inediti, in una sorta di storytelling diffuso.

L’opera pensata per Parma come omaggio alla città, verrà donata agli abitanti dei palazzi che hanno deciso di partecipare al progetto, sottolineando ancora una volta l’idea di “dono”, spesso presente nel modus operandi dell’artista. Accompagnerà il progetto una mappa che permetterà ai turisti, ai viaggiatori di passaggio o ai cittadini di poter sperimentare un nuovo modo di fruire la città, con le sue strade e le sue piazze, attraverso un racconto corale diffuso nel tempo e nello spazio. La mappa delle opere sarà distribuita in modo capillare sul tessuto cittadino, e potrà essere anche scaricata in versione digitale dal sito dell’associazione culturale Others.(http://moremuseum.org/omeka/associazione- culturale-others).

Il viaggio come motivo ispiratore dell’opera accompagna frequentemente l’opera di Ettore Favini che in questo caso ha voluto lasciare la parola a viaggiatori del passato, condivisa con un gruppo eterogeneo di studenti nell’ambito di un workshop aperto che si è tenuto a marzo 2018, grazie alla collaborazione e al sostegno di CAPAS, Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo dell’Università di Parma. Il seminario ha visto la partecipazione del professor Davide Papotti, di Marco Scotti e di Anna Zinelli come curatrice, insieme a Valentina Rossi, del workshop stesso. L’azione di monitoraggio del progetto è stata realizzata da Cristina Zerbini del Dipartimento di Economia dell’Università di Parma.

L’inaugurazione avrà luogo alle 16.00 presso la sede CAPAS di vicolo Grossardi 4 a Parma: dopo una presentazione, partirà il tour cittadino con l’artista per la visione delle opere d’arte allestite sui palazzi della città. La serata proseguirà con un rinfresco e la musica di dj Spanna presso lo spazio Bonanni Del Rio Catalog in Borgo delle Colonne 28, Parma.

Ettore Favini nasce a Cremona nel 1974. Ha esposto in importanti istituzioni nazionali e internazionali tra le quali ricordiamo: Autostrada Biennale di Prizren; Port Tonic Art Center, Saint Tropez, Mediterranea 18, Tirana; Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce, Genova; MAN – Museo d’Arte della Provincia di Nuoro; American Academy of Columbia University, New York; ISCP, New York; Ocat, Shanghai; SongEun Art Space, Seoul; Centro per l’Arte Contemporanea Futura, Praga; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Villa Panza, Varese; GAM, Galleria d’Arte Moderna, Milano; PAC, Milano; MAGA, Gallarate; CCCS Strozzina, Firenze; Villa Medici, Accademia di Francia, Roma; Fondazione Pastificio Cerere, Roma; American Academy, Roma; Fondazione Olivetti, Roma; Museo Riso, Palermo.

Workshop

Il workshop si propone di seguire coerentemente la traccia del progetto generale, invitando i partecipanti a diventare dei flâneurs contemporanei.
La residenza a Parma sarà per l’artista una vera immersione nella città in modo libero e spontaneo. L’idea è quella di perdersi tra le vie e le piazze, attraversando la città senza punti di riferimento precisi, senza seguire i tradizionali percorsi storico-artistici, ma spinto solo dalla curiosità.

Una fase successiva prevede un momento di analisi e studio dove verranno indagati gli appunti visivi dell’artista. La residenza sarà restituita grazie ad una mappa distribuita ai cittadini e ai visitatori e attraverso alcune segnaletiche/installazioni site specifici che scandiranno l’inedito percorso pensato dall’artista.

Seguendo questa idea il workshop vuole far compiere ai partecipanti lo stesso tipo di esperienza, ma in modo più sintetico e attraverso un’ applicazione multimediale.
Nella prima fase del workshop (8 – 9 marzo 2018) l’artista infatti farà installare sugli smartphone dei partecipanti l’applicazione Strava, usata da podisti/ciclisti per rilevare il percorso con le performances sportive. In questo modo ogni partecipante potrà registrare il proprio percorso all’interno della città per ottenere una mappa personale della propria deriva urbana.

Nella seconda fase del workshop (15- 16 marzo 2018) verranno incrociate le mappe dei diversi partecipanti per la creazione di un unico percorso. L’intero gruppo potrà quindi percorrerlo, in modo consapevole, con la visita ai monumenti guidata dalle curatrici e dall’artista.
L’artista terrà il giorno successivo una discussione con i partecipanti per evidenziare i punti di forza e i punti deboli del percorso.

Calendario

Periodo di residenza: 19-25 febbraio 2018 Date workshop:
8 marzo 2018

  • −  9:00 – 12:00: incontro con Ettore Favini e le curatrici del progetto Valentina Rossi e Anna Zinelli, introduzione e spiegazione della metodologia di lavoro
  • −  14:00 – 18:00: flâneurie da parte dei partecipanti, con la registrazione dei percorsi tramite l’app. Strava

9 marzo 2018

  • −  9:00 – 12:00: analisi dei percorsi dei partecipanti, punteggiatura sulla mappa dei punti diinteresse
  • −  14:00 – 18:00: analisi dei punti di interesse dal punto di vista storico artistico.

15 marzo 2018

  • −  9:00 – 12:00: incrocio dei vari percorsi dei partecipanti, creazione di un unico percorso
  • −  14:00 – 18:00: percorso di gruppo con tutti i partecipanti e visita dei luoghi di interesse con lo storico dell’arte Marco Scotti.

16 marzo 2018

  • −  9:00 – 12:00: lezione finale e discussione del percorso storico artistico
  • −  14:00 – 18:00: conclusione e dibattito.

Tutti i partecipanti sono invitati a prendere parte sabato 28 aprile 2018 per l’inaugurazione e il completamento del workshop (orario da definire)

Il workshop è gratuito, per la selezione mandare una lettera motivazionale e una breve biografia. Il workshop permette di acquisire un credito formativo.

Sede del workshop CAPAS, Vicolo Grossardi, 4, Parma.

SCARICA LA LOCANDINA


Mimmo Cuticchio, una settimana di residenza artistica tra spettacoli, botteghe, proiezioni e incontri

UNA SETTIMANA DI RESIDENZA ARTISTICA TRA SPETTACOLI, BOTTEGA, PROIEZIONI E INCONTRI - Prima edizione del progetto culturale "The Artist is present" ospita Mimmo Cuticchio e i suoi pupi.

12 marzo 2018


Da sabato 17 a sabato 24 marzo Parma ospiterà la prima residenza artistica del progetto ‘The Artist is present‘, prima edizione di un’iniziativa culturale che ogni anno vedrà la permanenza in città di un artista invitato a lavorare in uno spazio pubblico per lasciare in dono una sua creazione a Parma.

 

Ad inaugurare il primo progetto sarà Mimmo Cuticchio, cantastorie, attore e regista teatrale erede ed interprete della tradizione palermitana dell’Opera dei pupi. Il progetto di residenza artistica, promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma in collaborazione con il teatro delle briciole, si articolerà in diversi appuntamenti che per una settimana daranno in modo di conoscere l’attività artistica di Mimmo Cuticchio e l’Opera dei Pupi, riconosciuta dall’Unesco parte del patrimonio orale e immateriale dell’umanità.

GLI APPUNTAMENTI – Durante la settimana parmigiana, Cuticchio e la sua compagnia presenteranno al Teatro al Parco, in occasione della quinta edizione di ‘Impertinente – Festival di Teatro di Figura’, due spettacoli: sabato 17 marzo, alle ore 21, ‘A singolar tenzone‘ e sabato 24 marzo, alle ore 21 ‘Aladino di tutti i colori. Da una favola delle Mille e una notte‘, opera per adulti e bambini a partire dai 6 anni.

Domenica 18 marzo, alle ore 11 in via Macedonio Melloni, 1- a fianco del Castello dei Burattini, verrà invece inaugurata una ricostruzione della bottega di Palermo in cui il maestro costruisce le sue creature. La bottega resterà aperta al pubblico fino a sabato 24 marzo per permettere ai visitatori di scoprire questo speciale laboratorio teatrale con il maestro Cuticchio che, circondato dai suoi attrezzi del mestiere, racconterà il lavoro e le tecniche tradizionali dei pupi.

Martedì 21 marzo, alle ore 15.30 al Teatro al parco, Cuticchio terrà la lectio magistralis ‘L’opera dei pupi dalla piccola alla grande scena’, organizzata dal Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell’Università di Parma. Ad introdurre l’artista, dopo i saluti del rettore, sarà il professore Luigi Allegri, docente di Storia del teatro e dello spettacolo presso l’Ateneo di Parma.

Mercoledì 21 marzo, alle ore 17, all’Auditorium del Palazzo del Governatore, si terrà la presentazione del libro ‘Alle armi, cavalieri – Le storie dei paladini di Francia raccontate da Mimmo Cuticchio’, che vedrà sul palco, insieme all’autore, l’illustratrice Tania Giordano che lavora nella Compagnia Figli d’arte Cuticchio, per cui realizza manifesti, pitture, scene e costumi.

Giovedì 22 marzo, alle ore 21, al Cinema Edison, si terrà la proiezione del documentario ‘Prove per una tragedia siciliana‘ di John Turturro e Roman Paska e Mimmo Cuticchio: un racconto sulla complessa identità siciliana e la sua millenaria cultura.

L’ingresso a tutte le iniziative è gratuito ad eccezione dello spettacolo si sabato 24 marzo.